Categories
Geostrategic magazine

Dalla Turchia, ritorni ‘costretti’ in Siria

Le autorità turche costringono i rifugiati siriani in possesso di carte di “protezione temporanea” rilasciate dal servizio immigrazione turco a firmare documenti che attestano il loro ritorno volontario in Siria, indifferenti ai rischi che corrono nella presunta “zona sicura” o nelle aree “Putin-Erdogan”.

approfondisci su The Syrian Observatory For Human Rights