Categories
Geostrategic magazine

La presa di Pechino nell’Asia Centrale (fonte: The Jamestown Foundation)

La Cina ha avviato il progetto ferroviario verso l’Uzbekistan. A margine del vertice della Shanghai Cooperation Organization tenutosi nel settembre 2022, è stata presa la decisione ufficiale di iniziare a lavorare attivamente alla ferrovia. Ciò si inserisce nelle tendenze degli ultimi mesi in tutta l’Eurasia, che segnalano come la Russia stia rapidamente perdendo la sua presa sul Caucaso meridionale e sull’Asia centrale a causa della guerra in Ucraina. Gli Stati dell’Asia centrale sono particolarmente vulnerabili alle ripercussioni della disastrosa guerra di Mosca.

Uno dei principali svantaggi per il Cremlino nella perdita di influenza regionale è l’indebolimento della sua posizione di principale garante della sicurezza per le nazioni periferiche. La “divisione dei compiti” non dichiarata con Pechino, in cui la Russia contribuisce in larga misura alla stabilità attraverso l’assistenza militare e di polizia e Pechino funge da peso massimo economico, si sta rapidamente sgretolando, poiché Mosca non è più considerata un partner e un alleato responsabile.

As Russian Influence Plummets, China Capitalizes in Central Asia – Jamestown – Emil Avdaliani