Scholz: la Germania non sostiene il ‘decoupling’ con la Cina

Il premier cinese Li Keqiang ha avuto venerdì un colloquio con il cancelliere tedesco Olaf Scholz, in visita a Pechino.

Nel sottolineare la grande importanza che la Cina attribuisce ai legami con la Germania, Li ha dichiarato che la Cina è pronta a collaborare con la Germania per promuovere uno sviluppo stabile e solido delle relazioni Cina-Germania sulla base del rispetto e del vantaggio reciproco, in modo da dare maggiore impulso all’economia globale e salvaguardare meglio la pace e la stabilità regionale e mondiale.

Li ha affermato che la cooperazione economica e commerciale è il fondamento delle relazioni bilaterali e che la Cina è disposta a rafforzare la cooperazione con la Germania in settori quali il commercio e gli investimenti, la produzione e la risposta al COVID-19 e a lavorare per un meccanismo di cooperazione per agire sul cambiamento climatico.

Da parte sua, Scholz ha dichiarato che la Germania non sostiene il disaccoppiamento e che è pronta a lavorare con la Cina per superare l’impatto della COVID-19, approfondire la cooperazione e facilitare gli scambi di personale per promuovere ulteriormente lo sviluppo dei legami bilaterali.

approfondisci su Xinhua

approfondisci su Federal Government (bundesregierung.de)

Marco Emanuele
Marco Emanuele è appassionato di cultura della complessità, cultura della tecnologia e relazioni internazionali. Approfondisce il pensiero di Hannah Arendt, Edgar Morin, Raimon Panikkar. Marco ha insegnato Evoluzione della Democrazia e Totalitarismi, è l’editor di The Global Eye e scrive per The Science of Where Magazine. Marco Emanuele is passionate about complexity culture, technology culture and international relations. He delves into the thought of Hannah Arendt, Edgar Morin, Raimon Panikkar. He has taught Evolution of Democracy and Totalitarianisms. Marco is editor of The Global Eye and writes for The Science of Where Magazine.

Latest articles

Related articles