Categories
Geostrategic magazine

Siria, la confisca dei terreni (The Syrian Observatory)

La pratica del regime di Bashar al-Assad di affittare i campi coltivati ad Hama e Idlib attraverso le cosiddette aste senza il consenso dei proprietari terrieri sfollati è “illegale e inaccettabile”. Secondo gli esperti, questa pratica ostacola il ritorno volontario dei rifugiati siriani.

Una legge del regime di Assad impone a tutti i cittadini di presentare personalmente le proprie richieste di proprietà entro un mese, altrimenti le proprietà non reclamate potrebbero essere confiscate.

Il regime ha iniziato ad applicare questa pratica nelle aree rurali di Idlib e Hama.

Utilizzando le forze di sicurezza del regime e i dirigenti del Partito Baath, i comitati hanno trasferito l’uso delle terre identificate dal giugno 2020 ai sostenitori del regime attraverso “aste”.

Le richieste dei proprietari di trasferire l’uso delle proprietà a persone da loro desiderate o a cui hanno conferito una procura vengono per lo più respinte.

Assad Regime’s Property Rights Violations Complicate Return of Displaced Syrians – The Syrian Observer