Categories
Geostrategic magazine

Siria, l’uso di armi chimiche (The Syrian Observatory)

Il rappresentante permanente della Francia e il coordinatore politico del Regno Unito presso le Nazioni Unite hanno dichiarato lunedì che il governo siriano è stato ritenuto responsabile di aver continuato a usare armi chimiche, mentre la Russia non è soddisfatta del modo in cui ha raccolto informazioni sulla Siria.
In una dichiarazione, Nicolas De Riviere, rappresentante permanente della Francia presso le Nazioni Unite, ha affermato: “Nell’agosto 2013, il regime siriano ha ucciso più di mille civili alla periferia di Damasco con armi vietate dal diritto internazionale”.
In seguito a questo massacro, il Consiglio di sicurezza ha adottato la risoluzione 2118.
In precedenza, il rappresentante permanente degli Stati Uniti presso l’Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche (OPCW), l’ambasciatore Joseph Manso, ha dichiarato che il suo Paese ritiene che “il regime siriano” abbia usato armi chimiche almeno 50 volte durante il conflitto nella Siria dilaniata dalla guerra.

Syria Continues To Use Chemical Weapons Against Civilians – UN – The Syrian Observer